I giochi maschili

Questa sala ospita i giochi che riproducono i mezzi di trasporto dell’epoca (auto, moto, carrozze, trattori, draghe, aerei…) e giocattoli d’ispirazione bellica, (archi e frecce, soldatini, fucili, carri armati, cannoni, bombardieri…) che i fabbricanti di giocattoli producevano spesso sollecitati da classi dirigenti militariste. Vi sono poi barche, navi ( sempre più grandi e ricche d’accessori) costruite prima in legno, poi nel più costoso metallo da far navigare, mosse da motori a vapore o a molla, in stagni e fontane pubbliche o nelle vasche da bagno casalinghe! Ma il “nemico”, la ruggine, le attaccava tutte, grandi e piccole: il ferro di cui erano fatte non durava a lungo e quelle più “fortunate”qui esposte, ancora ben conservate, sono rare.
Tra i doni più desiderati (anche dai papà!), i trenini; all’inizio funzionanti a molla o con pericolose mini caldaie su ruote a forma di locomotiva, poi con motorini elettrici. Ecco ancora birilli, calcetti e calciobalilla, giochi in scatola ed il “meccano” per inventare costruzioni in miniatura con singoli pezzi in metallo da assemblare con viti e dadi.